RICERCA

 

Partecipa ai nostri sondaggi e ai nostri questionari!

 

Se hai avuto un problema riguardante la patologia arrampicatoria scrivicelo a patologia.arrampicatoria@gmail.com ti invieremo un semplice questionario per avere le informazioni importanti per la ricerca

 

I dati verranno utilizzati per capire meglio come ci si fa male arrampicando perchè succede e quindi come guarire e prevenire.

Queste importanti notizie verranno poi diffuse con articoli scientifici e divulgativi pubblicati su riviste e siti internet senza fini di lucro.

 

NEWS

OPERATIVO IL TRAVE PROPRIOCETTIVO SALVAPULEGGE!

I DATI RACCOLTI DAGLI UTILIZZATORI CONFERMANO LE IPOTESI DI LAVORO 2 E 3:

 

- Drastica riduzione delle epicondiliti grazie alla correzione della biomeccanica del gesto arrampicatorio

 

- Miglioramento dei tempi di insorgenza dell'affaticamento ipossico dei flessori (comuneemnte detta ghisamento avambracci). Questo conferma che la contrazione massimale del solo flessore profondo migliora la vascolarizzazione riducendo lo sviluppo di lattati

 

 

 

 

Progetto

PATOLOGIA ARRAMPICATORIA APPROVED

Per creare marteriali per l'arrampicata e strumenti di allenamento che riducano il rischio di infortuni e problemi, migliorando le prestazioni

 

[ESTRATTO DALL'INTERVISTA DI OUTDOOR MAGAZINE] Dato che molti miei pazienti e visitatori del sito mi chiedono pareri sull'attrezzatura abbiamo creato un logo “Patologia arrampicatoria approved” per fregiare i prodotti, che le aziende ci hanno sottoposto per una valutazione dal punto di vista della prevenzione, e sopratutto per i prodotti che abbiamo contribuito a sviluppare.

Potete vederlo ad esempio sul talloncino allegato alle ultime scarpette della Wild Climb, che hanno il pregio grazie alla loro innovativa microfibra di non creare nell'avampiede patologie come osteofitosi borsiti e tendiniti, misconosciute, generalmente non trattate, ma molto frequenti nel climber, con un'importante influenza sulle performance.

La nostra rivista (OUTDOOR MAGAZINE) è indirizzata soprattutto a produttori, commercianti e operatori del settore. Puoi farci qualche esempio per capire come funzionano e in cosa consistono queste tue collaborazioni?

Innanzitutto voglio chiarire che non sono a scopo di lucro, ma di prevenzione. Nell'ultimo anno mi sono concentrato con allenatori e aziende nel creare strumenti di allenamento, che non siano banalmente ergonomici o atraumatici, ma che prevengano attivamente i problemi. In questo approccio è fondamentale il lavoro di confronto con gli allenatori. Perchè uno strumento di allenamento innovativo deve essere usato correttamente e quindi necessita di un dettagliato manuale di istruzioni su come usarlo in allenamento, tipi di esercizi, schede, etc, tutte cose che non rientrano tra le mie competenze. Ovviamente anche il ruolo delle aziende è molto importante, perchè per sviluppare un buon attrezzo bisogna fare svariati prototipi da sottoporre ai test...............

Il progetto più ambizioso cui sto lavorando da anni sono delle prese isosteniche specifiche per l'allenamento, potremmo parlare 2 ore sulla filosofia e la biomeccanica che sta dietro le prese, e sicuramente i gestori delle palestre e i tracciatori sarebbero interessati, dato che ogni hanno perdono il 30% del fatturato perchè alcune categorie di climber non usano prese adatte al loro, ma è un discorso troppo lungo e complesso. Figurati che sto prendendo misurazioni da 2 anni e ancora non ho i dati definitivi

 

 

 

TESI DI LAUREA:

PURTROPPO PER PROBLEMI DI TEMPO POSSIAMO COLLABORARE SOLO PER TESI DI LAUREA SPERIMENTALI.

 

 

 

 

 

CLIMBER HAI UN PROBLEMA DI PATOLOGIA ARRAMPICATORIA? GUARISCILO!

Dolore, tendinite, puleggia, male alla spalla o ai piedi possono cronicizzare e aggravarsi se non curati!

CERCA NEL SITO

 

VISITE

per la patologia arrampicatoria anche a:

 

MILANO

-

GENOVA

-

REGGIO

Emilia

 

SONDALO

 

Contatta il Dottor Bonetti Kelios: medico chirurgo specialista in ortopedia e traumatologia,

esperto in patologia arrampicatoria

E-mail: patologia.arrampicatoria@gmail.com

Informazioni:

Grazie alle conoscenze approfondite nel campo della patologia arrampicatoria sviluppate in oltre 10 anni di ricerca e di cura di centinaia di climber, e alla pratica in prima persona dell'arrampicata, i collaboratori di patologia arrampicatoria sono il riferimento che cercavate per trattare i dolori e i disturbi derivanti dall'arrampicata, che vi affliggono e non vi permettono di praticare l'arrampicata, come passatempo o come ragione di vita. Per saperne di più, consultate la nostra pagina informazioni.